Accade in PugliaCronacaCronaca SindacalePRIMO PIANO

OSMAIRM SRL: Dunping contrattuale e violazione degli accordi, proclamato stato di agitazione

Condividi

Le Segreterie territoriali UIL FPL, CGIL FP, CISL FP e FIALS con una indirizzata al Prefetto di Taranto, al Presidente Michele Emiliano e all’Assessore alla Sanità Rocco Palese, hanno denunciato la condizione di dumping contrattuale in cui versano i lavoratori del Centro di riabilitazione di Laterza gestito dall’OSMAIRM SRL, proclamando lo Stato di agitazione e preannunciando lo sciopero del personale.

Lo stato di agitazione origina da una valutazione negativa su alcune problematiche che attualmente investono il personale con particolare riferimento a:

–          Dumping contrattuale per applicazione del CCNL AIOP RSA;

–          Violazione degli accordi sottoscritti volti ad uniformare i contratti collettivi all’interno dell’Osmairm Srl ovvero l’applicazione a tutti i lavoratori del CCNL Sanità Privata;

–          Mancato confronto con le rappresentanze sindacali per la sottoscrizione di un Contratto integrativo.

Come ben noto l’Osmairm Srl applica all’interno della sua struttura due CCNL, il CCNL AIOP RSA e il CCNL Sanità Privata AIOP/ARIS, determinando una palese discriminazione tra lavoratori nel medesimo posto di lavoro e medesime mansioni e funzioni, afferma il Segretario Generale Emiliano Messina (foto di copertina).

La Regione Puglia sta intervenendo modificando le Rette delle Strutture residenziali e di riabilitazione riconoscendo una Retta parametrata ad un costo del lavoro sensibilmente più alto rispetto a quello realmente sostenuto con l’applicazione del CCNL AIOP RSA.

Il CCNL AIOP RSA è un contratto “pirata” in quanto non sottoscritto né dalla UIL FPL, né da CGIL e CISL sottolinea il Segretario UIL FPL Taranto nonché Segretario regionale Emiliano Messina.

Come UIL FPL chiediamo un immediato confronto al Governatore Emiliano e all’Assessore Rocco Palese, perché è intollerabile che una Azienda privata che viene sovvenzionata con soldi pubblici determini una condizione imbarazzante in cui nello stesso posto di lavoro due lavoratori percepiscono retribuzioni differenti pur svolgendo le stesse attività e mansioni.

La Politica su questo deve intervenire, si ormai persa ogni forma di dignità per i lavoratori.

 

La Segreteria territoriale UIL FPL Taranto


Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento