PD Puglia, Lacarra e Caracciolo: “Chiediamo che i due consiglieri regionali passati con Calenda vengano estromessi dalla maggioranza”

Condividi

Bari – “La scelta di due consiglieri del Pd di aderire al partito di Calenda è una dichiarazione di guerra aperta alla maggioranza in Regione Puglia. In questa decisione c’è quanto di più scorretto si possa fare in politica, in quanto non si è passati in alcun modo dal sano confronto che in una coalizione dovrebbe essere alla base di ogni azione. Considerata la manifesta ostilità del partito di Calenda nei confronti del Movimento 5 Stelle, facente parte della maggioranza in Puglia, non sembra possibile alcuna convivenza civile tra i due consiglieri eletti con il Pd e ora passati ad altra sponda. Preso atto anche di quanto dichiarato da Calenda contro il presidente Emiliano, chiediamo che i due consiglieri vengano estromessi dalla maggioranza, in quanto impossibile continuare a lavorare con loro viste le premesse e nonostante la loro espressa volontà di rimanere nella maggioranza”.   Lo dichiarano in una nota congiunta Marco Lacarra, deputato e Segretario del Partito Democratico pugliese, e Filippo Caracciolo, Capogruppo PD in Consiglio Regionale.

Inoltre Lacarra in un’altra nota chiosa:  “Suggerisco al Consigliere Amati di evitare la fatica di provare a rompere la ventennale sintonia tra Michele Emiliano e Antonio Decaro. È uno sforzo

Fabiano Amati 
Consigliere Regione Puglia

inutile: ci hanno provato in tanti, ma hanno tutti fallito nell’impresa. Non esiste alcun margine di applicazione del principio del “divide et impera” tra i due principali riferimenti della primavera pugliese. Fabiano Amati ha fatto una scelta diversa: gli consiglio di concentrarsi sulla nuova strada che ha intrapreso. Se pensa che questa tattica sia funzionale a lasciare aperte porte per il futuro, ha sbagliato l’analisi.”


Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento