Accade in PugliaCronacaPRIMO PIANOTaranto & Provincia

Lega Navale Taranto ed enjoy Dive per la cultura del mare

Condividi

Domenica 22 gennaio la formalizzazione di un protocollo d’intesa

 Il 2023 per Taranto si apre con un’interessante intesa tra due realtà del territorio che puntano a contribuire allo sviluppo e alla promozione della cultura del mare. La Lega Navale Italiana e l’Asd Enjoy your Dive hanno dato vita infatti a un protocollo di intesa che le vedrà collaborare e far   fronte comune per promuovere, incoraggiare e sostenere la tutela e la salvaguardia dell’ambiente marino, nonché la pratica del diving e delle attività nautiche. L’accordo verrà formalizzato nella serata di domenica 22 Gennaio nei locali della sezione  di Taranto della Lega Navale Italiana tra i due presidenti: il dott. Flavio Musolino per la Lega Navale e la dott.ssa Ambra Aiello per la asd Enjoy your Dive.

La Lega Navale Italiana ha tra i suoi scopi principali proprio la diffusione della cultura del  mare, dello spirito marinaresco e della tutela dell’ambiente marino, soprattutto tra i giovani; l’ associazione sportiva Enjoy your Dive sulla cultura  del mare e del fare ha basato ogni sua attività, puntando l’attenzione sulla promozione   e la valorizzazione della risorsa mare e del territorio in cui opera, intessendo collaborazioni e interazioni con vari stakeholder locali e nazionali, dall’Università degli studi di Bari al WWF, e creando eventi che pongono al centro di tutto il mare, rendendolo fruibile, tra l’altro, anche a persone diversamente abili.

Con il protocollo tra queste due importanti realtà Taranto si arricchirà sicuramente della possibilità di valorizzare ulteriormente la risorsa su cui ha basato la sua forza e importanza in passato, sin dai tempi della Magna Grecia, e su cui sta basando la sua rinascita attraverso la messa in pratica di attività ed eventi che mettono al centro il mare e la conoscenza, tutela e valorizzazione del suo patrimonio floro-faunistico (basta pensare alla pinna nobilis e ai cavallucci marini del mar Piccolo), la sua fruibilità da parte di tutti, senza differenze tra normodotati o diversamente abili, con il conseguente sviluppo di una nuova idea di turismo alternativo e sostenibile, che non potrà che avere notevoli ripercussioni positive sulla crescita economica della città.


Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento