Accade in EuropaAgricolturaEconomiaPRIMO PIANO

L’ortofrutta di Puglia settore da record

Condividi

Pentassuglia: “Al Fruit Logistic 2023 di Berlino per affermare qualità e consolidare i rapporti con operatori esteri”

 

Il settore dell’ortofrutta pugliese gode di ottima salute, per qualità e per la sua grande capacità di saper essere sui mercati internazionali. Lo ha dimostrato anche quest’anno, in occasione della più grande manifestazione europea di settore, Fruit Logistic 2023 di Berlino, la fiera specializzata dedicata ai prodotti ortofrutticoli, dalla produzione alla distribuzione e commercializzazione, che quest’anno ha accolto da 92 paesi oltre 2.600 espositori. La Puglia ancora una volta ha avuto l’occasione di riaffermare il suo grande appeal verso i numerosi operatori esteri che hanno affollato questi giorni la kermesse, dall’ 8 febbraio fino ad oggi, 10 febbraio.

Le imprese ortofrutticole pugliesi hanno partecipato questi giorni all’evento fieristico tedesco, anche grazie alla stretta collaborazione tra l’Assessorato regionale all’Agricoltura e Unioncamere Puglia, all’interno di uno spazio tutto dedicato al tacco d’Italia e dallo slogan evocativo “Puglia in tutti in sensi”.

“I dati di Unioncamere, pubblicati in occasione della partecipazione al Fruit Logistica di Berlino rafforzano l’impegno a sostenere il comparto ortofrutticolo pugliese – sottolinea l’Assessore all’Agricoltura della Regione Puglia, Donato Pentassuglia -. Siamo la prima regione d’Italia per presenza di frutta e verdura sui mercati tedeschi, primeggiando davanti a Emilia-Romagna e Trentino, che nel 2016 precedevano la Puglia e che hanno una serie di produzioni simili a quelle nostrane. Ma possiamo ancora migliorare, unendo alla grande capacità di tessere relazioni commerciali dei nostri produttori e distributori di ortofrutta, nuove attività di promozione, per migliorare la presenza sui mercati internazionali”.

La frutta e gli ortaggi made in Puglia sono prodotti fortemente apprezzati all’estero: proprio la Germania, in particolare, dai dati definitivi del 2021 – da quanto si legge nello studio del Sismografo diffuso per l’occasione da Unioncamere Puglia – si conferma primo Paese target per importazioni dalla Puglia: si tratta di più di 318 milioni di euro di prodotti ortofrutticoli importati. Un dato in aumento nel 2022: nel III trimestre dell’anno anno appena conclusosi la regione ha fatto segnare 220 milioni di export ortofrutticolo verso il mercato tedesco, contro i 205 dello stesso periodo del 2021.

Secondo i dati di Unioncamere Puglia, gli ultimi bilanci disponibili delle aziende ortofrutticole pugliesi (2021), relativi a 819 società di capitali, confermano un settore in vorticosa crescita. L’universo in esame mostra un aumento dei ricavi, con 756 milioni di fatturato, 108 in più dell’anno precedente. Anche la redditività migliora, con la crescita dell’EBIT (cioè ricavi decurtati di interessi passivi e tasse, +16 mln) e degli utili (+14 mln). L’aspetto più rilevante è però una forte spinta agli investimenti: +258 mln, di cui 78 mln costituiti da capitale proprio, immesso in circolo dalle imprese stesse.

Le imprese pugliesi che producono ortofrutta sono, di fatto, un fiore all’occhiello della nostra economia con numeri da record: nel IV trimestre 2022 Unioncamere dichiara “la presenza di 19.792 sedi d’impresa con 39.833 addetti, primo posto assoluto fra tutte le regioni d’Italia. Secondo ISMEA, è “la prima in Italia per aziende ortive in piena area (ortaggi non coltivati in serre), seconda dietro la Sicilia per frutteti, terza per i legumi”.

“Questi giorni abbiamo rappresentato un settore agroalimentare di assoluto rilievo per la nostra economia – ha commentato il direttore del Dipartimento regionale Agricoltura, Gianluca Nardone -. Il suo valore qualitativo lo dobbiamo sicuramente a un territorio fortemente favorevole e fecondo, ma anche alla straordinaria capacità delle nostre imprese di mantenere alta la qualità e di saper offrire all’estero un prodotto unico e competitivo. Questo grazie anche agli investimenti fatti in questi anni, con il supporto di strategie regionali e risorse mirate, in qualità, tracciabilità, valorizzazione del prodotto, promozione e aggregazione, fondamentale per la tenuta e la crescita di tutta quanta la filiera regionale”.

“È’ stato un onore rappresentare la Puglia in questa importante fiera mondiale dell’Ortofrutta – dichiara il Presidente della IV Commissione della Ragione Puglia, Francesco Paolicelli – abbiamo la necessità di continuare a promuovere le nostre eccellenze pugliesi. Un grazie particolare al Presidente dell’Associazione Produttori Esportatori Ortofrutticoli Apeo, Giacomo Suglia e al prezioso supporto di Unioncamere Puglia per aver supportato l’importante presenza di aziende pugliesi. Il settore dell’Ortofrutta in Puglia è in continua crescita nonostante gli aumenti dei costi sostenuti a seguito dello scontro bellico in corso. Le nostre aziende pugliesi meritano supporto costante dalle istituzioni ed è per questo che le ho ringraziate singolarmente della loro presenza a Berlino”.

 


Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento