libriAccade in PugliaCulturaEditoriaPRIMO PIANOTaranto & Provincia

Enrico Vanzina protagonista del secondo appuntamento de “L’Angolo della Conversazione” 

Condividi

Un grande nome del cinema italiano allo Yachting Club. Per il secondo appuntamento de “L’Angolo della Conversazione“, giovedì 22 giugno (ore 21), arriva Enrico Vanzina, sceneggiatore, produttore cinematografico, regista ma anche scrittore. Presenterà il suo ultimo libro “Il cadavere del Canal Grande”.
Enrico Vanzina non ha bisogno di presentazioni, a parlare è la sua brillante carriera. È il figlio maggiore del noto regista Steno e fratello di Carlo, anche lui indimenticabile regista venuto a mancare nel 2018 e al quale era particolarmente legato. Nel corso degli anni ’80 e ’90, ha firmato proprio insieme al fratello i più grandi successi al botteghino italiano, film molto amati dal pubblico. Enrico Vanzina ha vinto svariati premi e riconoscimenti: ricordiamo il Nastro d’argento, la Grolla d’oro, il Premio De Sica e il Premio Flaiano, oltre al David di Donatello alla carriera proprio nel 2023. Cinema e tv non sono, però, le sue uniche occupazioni. Ha collaborato con il Corriere della Sera e Il Messaggero ed ha pubblicato diversi libri, tra cui “Il cadavere del Canal Grande” edito da Harpercollins Italia.
È un romanzo storico, sorprendente e meraviglioso, con un meccanismo giallo perfetto, personaggi indimenticabili a partire dalla protagonista femminile, colpi di scena che lasciano a bocca aperta. Un libro che rivela ancora una volta l’eclettico e straordinario talento di Enrico Vanzina attraverso una storia ambientata nel secondo Settecento.
Jean de Briac ha un sogno, fare il pittore. Ma suo padre, un nobile francese assai più interessato al guadagno e alle mucche che all’arte, non voleva sentirne parlare. Così Jean ruba un cavallo dalla scuderia paterna e galoppa fino a Venezia, dove riesce a farsi prendere a bottega dal pittore che ama di più, il maestro Giambattista Tiepolo. La vita tra i canali e gli affreschi gli sembra tutto quello che ha sempre desiderato, finché un giorno va a sbattere contro una bellissima ragazza. Lei lo guarda e prima di svanire tra la folla gli affida un sacchetto di velluto con la preghiera di consegnarlo il prima possibile alla signora Ginevra, la proprietaria della locanda Alle due spade. Jean lo apre: contiene uno smeraldo di dimensioni stupefacenti. Pochi minuti dopo dal Ponte di Rialto si alzano delle grida, “c’è un cadavere nel Canal Grande”. È la ragazza del sacchetto… Dopo una notte turbata da un sonno inquieto Jean si reca alla locanda. Incontrerà Ginevra, la donna più sensuale che abbia mai visto, e finirà in un misterioso intrigo che coinvolgerà i potenti di tutta Europa e il più celebre veneziano di sempre: il cavalier Giacomo Casanova. Dopo avere raccontato Roma e Milano, Enrico Vanzina chiude la sua trilogia noir dedicata alle città italiane con Venezia che non è un semplice scenario giocando un ruolo da vera protagonista.
Con Enrico Vanzina dialogherà il giornalista Claudio Frascella.

Ingresso gratuito con prenotazione (fino ad esaurimento posti) sul circuito Eventbrite o al numero 335/6386685.

 

 


Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento