SportAccade in PugliaEconomiaGiochi del Mediterraneo 2026PoliticaPRIMO PIANOTaranto & Provincia

Giochi del Mediterraneo. IAIA (FdI), le critiche di Pagano (Pd) nascondono ben altri interessi

Condividi

“L’attività del Commissario Massimo Ferrarese si è già dimostrata eccezionale dal punto di vista della velocità e della qualità, avendo compensato i tre anni e mezzo di totale immobilismo del Comitato organizzativo del Giochi. Riguardo la disponibilità dei fondi, 20 milioni sono già disponibili sul conto del Commissario e 130 milioni impegnabili sin da subito. Si attende invece, il versamento dei 50 milioni da parte della regione Puglia ed i fondi da parte del Comune di Taranto. Inoltre, è bene chiarire che nel momento in cui si parla di stadio, occorre richiamare all’attenzione anche l’esistenza nel progetto, forse poco pubblicizzata, di un grande area  commerciale, comprensiva di parcheggi, di oltre 20.000 metri quadrati.

Ferrarese e Iaia

Ci chiediamo se di questo siano state informate le associazioni dei commercianti tarantini che noi invece, intendiamo tutelare, se non si vuole che il commercio locale soccomba definitivamente. In ultimo, durante una recente riunione con Ferrarese, gli stessi tecnici comunali che hanno accompagnato il Sindaco Melucci hanno candidamente ammesso che occorrono 24 mesi per la realizzazione del nuovo stadio, 12 mesi per tutta la procedura, al netto di eventuali e quasi scontati ricorsi giudiziali. Il tutto certamente porterebbe al completamento del progetto almeno un anno dopo lo svolgimento dei Giochi del Mediterraneo.

Quindi, chi oggi tanto critica le scelte del commissario è possibile che in realtà stia accarezzando l’idea di spostare i Giochi a Bari o alcuni dei suoi più importanti appuntamenti.

A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca. Comunque, sono affanni inutili perché i Giochi si svolgeranno a Taranto, come da programma e secondo le modalità che il Commissario Ferrarese riterrà più utili e concrete”.

 *Così on. Dario Iaia, coordinatore provinciale FdI Taranto e componente commissione Ambiente*


Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento