IL BUONGIORNO DI PINA COLITTAPRIMO PIANOWellness

Il Buongiorno di Pina Colitta. I fossili delle piccole cose

Condividi

Bisognerebbe smettere di concentrarsi sulle piccole cose, in modo ossessivo …

E allora come evitarlo?

Potrebbe tornare utile fare un elenco delle proprie preoccupazioni e classificare in ordine di importanza in base al loro reale impatto sulla propria vita.

Ovviamente il tutto va visto in una prospettiva equilibrata, magari facendo un passo indietro e valutando obiettivamente la situazione invece di lasciare che le emozioni possano dettare la propria reazione.

A riuscirci è bellissimo lasciare andare, accettando il fatto che non si può controllare tutto, imparando a convivere con una certa dose di incertezza.

È innegabile che ci sono alcune persone le quali possono avere un’influenza negativa sul benessere emotivo, fisico e professionale su di noi. E allora è importante identificare queste persone e cambiare la natura di queste relazioni per preservare la propria salute generale. Il primo passo è stabilire prima di tutto a sé stessi cosa si è disposto ad accettare e cosa ci si aspetta dagli altri nelle proprie relazioni.

Avere la capacità di comunicare apertamente certamente aiuta ad esprimere i propri sentimenti e le proprie preoccupazioni alle persone coinvolte, senza aggressività o giudizio.

La disponibilità a tagliare i legami se, con reciprocità, non vengono attuati i cambiamenti necessari; certamente non sarà facile, ma salubre prendere la difficile decisione di porre fine a determinate relazioni.

Tutto ciò si chiama autodisciplina, quella essenziale per raggiungere buoni obiettivi e vivere una vita equilibrata. Dove questo modo di essere non è innato, può essere appreso.

Qualcuno, leggendomi dirà:<< Facile a dirsi ma difficile ad attuarsi !>>

Non è difficile, con un pochetto di impegno, a modificare la prospettiva del nostro vivere.

Intanto creando un programma giornaliero, rispettandolo scrupolosamente potrebbe aiutare a gestire al meglio il proprio tempo e le proprie risorse.

Ovviamente non deve mancare la determinazione, non cadendo in tentazioni o distrazioni che potrebbero compromettere il proprio impegno con sé stessi e i propri obiettivi.

E per finire, mai, dico mai, dimenticare di congratularsi con sé stessi per gli sforzi attuati, non omettendo mai di concedersi piccole ricompense per rimanere motivati.

“Esiste un attimo in cui tutto ti sembra cosi ordinario, che in quel momento puo’ decidere  di riordinare l’ordinario o di fare qualcosa di nuovo e straordinario.”

Caterina Carbonardi


Condividi

Lascia un commento