Accade in PugliaAssociazionismoCronacaPRIMO PIANOTaranto & Provincia

I 350° della Fondazione dell’Arciconfraternita e dei lavori effettuati in chiesa in occasione dell’anniversario

Condividi

Taranto – Nei giorni scorsi  ha avuto luogo, nel salone delle Troccole dell’Arciconfraternita in via Ciro Giovinazzi 38 a Taranto, la conferenza stampa di presentazione del programma del 350° anniversario di fondazione dell’Arciconfraternita e dei lavori effettuati in Chiesa.Programma festeggiamewnti Madonna del Carmine 2024

Alla presenza dei numerosi organi d’informazione intervenuti, il Priore Antonello Papalia, il Padre spirituale mons. Marco Gerardo e l’ing. Giorgio Tonti, dello Studio associato Start che ha elaborato il progetto dei lavori, hanno prima elencato e spiegato la tipologia d’interventi effettuati all’interno della chiesa e successivamente illustrato il programma dei festeggiamenti.

Per quanto riguarda i lavori, sono stati realizzati: il fonte battesimale, il luogo del  Sacramento della riconciliazione, quindi delle confessioni, e delle cappelle riferite alle immagini Sacre; il transetto ospiterà la statua dell’Addolorata, con ai suoi piedi il simulacro di Gesù Morto, mentre lateralmente ci sarà la statua della Madonna del Carmine. Si è inteso quindi dare risalto alla devozione Mariana che caratterizza nello specifico il luogo, unendo principi liturgici alla pietà popolare, tanto cara alla Confraternita ma anche al Santo Padre Francesco. Il presbiterio sarà interamente in marmo, dove verrà valorizzata l’antica reliquia della colonna, già presente nella chiesa, su cui la tradizione indica che San Pietro abbia celebrato l‘eucarestia.

La provvidenza ha voluto che questi lavori, si concretizzassero con il 350° anniversario della fondazione dell’Arciconfraternita, rendendo ancora più solenne lo slancio pastorale che da sempre caratterizza lo spirito di fratellanza confraternale, così come evidenziato dal folto programma delle iniziative che svolgeranno dal 4 al 16 luglio p.v.

In particolare, verrà rinnovato il progetto relativo al percorso formativo per i bambini dai 7 ai 14 anni, aspiranti Confratelli, che già lo scorso anno ha avuto un largo seguito, così come l’iniziativa di sostegno sociale dei ristoranti solidali destinato alla mensa dei “poveri” del Carmine,  dove alcuni ristoratori della nostra città, prepareranno e offriranno circa 70 pasti per alcuni giorni della settimana per i prossimi mesi estivi ai meno fortunati.


Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento