Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Maggio 2019

“Ascolto della cittadinanza e conoscenza territorio sono stare le mie armi vincenti”. Una riflessione ed un ringraziamento sentito da parte del consigliere Danilo Secondo all’indomani delle elezioni a Leporano.


Una profonda conoscenza del territorio e l’ascolto attento delle istanze della cittadinanza si sono rivelate le armi vincenti per il consigliere comunale più suffragato nella tornata elettorale del Comune di Leporano: 554 preferenze su 4900 votanti sono un’ottima percentuale, superiore persino al primo della lista vincente che domenica ha collezionato 450 voti.
Il neoconsigliere comunale Danilo Secondo era schierato per la lista Leporano Futura del già sindaco D’Abramo (1439 preferenze) superato stavolta da Vincenzo Damiano della lista Progetto Comune (sindaco neoeletto con 1597 voti).


“Il grande risultato raggiunto – dichiara Secondo - nonostante la sconfitta di misura del mio candidato sindaco, testimonia comunque la bontà della ricetta scelta insieme a tutti gli amici che mi hanno sostenuto e che non smetterò mai di ringraziare. Gli ingredienti del successo elettorale erano, e sono, semplici e concreti. I bisogni della comunità vanno ascoltati così come sarebbe impossibile adire al consiglio comunale senza una attenta conoscenza del magnifico territorio ricco di potenzialità, alcune ancora inespresse e da valorizzare.”


“Già da ieri – comunica il consigliere - ho cominciato a piegarmi sui documenti che rappresentano i progetti che intendo proporre nella consapevolezza che occorre indossare scarpe con suola ben spesse per essere presente in strada. L'abbraccio che ho ricevuto con le tante mani che hanno scritto il mio cognome su quella scheda mi caricano di responsabilità. Sono un segno indelebile, per mente e cuore. La gente ha voluto darmi fiducia e la fiducia va ricompensata con onestà, impegno e dedizione”.


Danilo Secondo non ha dubbi, però, sarà il riferimento di chi lo ha votato ma anche di chi non lo ha fatto nella consapevolezza che sta per cominciare, per lui stesso e per tutti i cittadini, un nuovo corso per Leporano, un corso “stavolta più ambizioso” .
“La nuova amministrazione - conclude il consigliere - troverà in me un membro del Consiglio pronto a spendersi in ogni forma quando al centro dell'attenzione ci sarà il bene di Leporano ma allo stesso tempo pronto a tirar fuori le unghia quando sarà impedito alla mia cittadina, ed a tutti i leporanesi, di spiccare il volo.


Lo slogan che mi accompagnerà nelle istituzioni è rivolto ai miei concittadini e non può che essere questo: "Stavolta il consigliere comunale lo facciamo insieme, io e voi!".”

Published in Amministrative 2019

È stata un tripudio di colori, arte, acrobazie, gesti atletici e sapori la due giorni di “Gusto Circo – Storie di pani e briganti”, la prima rassegna di arti circensi organizzata da Circo Laboratorio Nomade a Crispiano lo scorso fine settimana.
Dal primo pomeriggio fino a tarda serata nel centro del paese delle Cento Masserie si sono succeduti laboratori, degustazioni e soprattutto spettacoli, il fulcro del progetto vincitore del bando di Puglia Promozione “InPuglia365”. C'era grande curiosità per la prima della nuova produzione dei padroni di casa. E gli allievi della scuola Circo Laboratorio Nomade non hanno deluso le aspettative con il loro “Pane e briganti” (regia di Delia De Marco), un racconto fra teatro e musica del periodo del brigantaggio postunitario. Il trait d'union fra tutti gli spettacoli è stato il connubio arte – cibo. E lo si capiva già dai titoli degli spettacoli che alcune importanti compagnie circensi internazionali hanno portato a Crispiano: “Cucina e adrenalina” (Acrocuochi), “Dolce e salato” (Circo Carpa Diem), “Menù del giorno” (Compagnia Bellavita).
Nonostante il rischio pioggia che ha imperversato sulla manifestazione, tutto è andato per il verso giusto e numeroso è stato il pubblico che ha riempito sia Villa Falcone (dove si sono tenuti quasi tutti gli spettacoli) che il nuovissimo Parco del Vallone (dove, oltre alla presentazione del libro “Sergente Romano”, è stata allestita l'area degustazioni). Tantissimi i bambini che, incantati, hanno potuto apprezzare le esibizioni dei vari artisti. Entrambe le serate hanno avuto un epilogo musicale con le note della Bandarisciò sabato e dei Trifolk nella serata conclusiva. La manifestazione, coorganizzata dal Comune di Crispiano, godeva del partenariato di Girà Viaggi, Pro Loco di Crispiano e Gal Magna Grecia.
Smaltita la stanchezza, gli organizzatori hanno espresso tutta la loro soddisfazione per la riuscita dell'iniziativa: “Per essere una sorta di edizione zero siamo contentissimi di come sia andata. Ora ci rimettiamo a lavoro con i ragazzi in palestra. Ma pensiamo già al futuro, visto che la nostra idea è quella di far diventare 'Gusto Circo' un appuntamento fisso nel nostro paese. È chiaro che per metter su tutto questo c'è bisogno di un bel po' di risorse economiche che ci auguriamo il prossimo anno possano arrivare anche da sponsor privati”.

Published in Spettacolo

Assistere anziani, oltre i 65 anni, allettati, alcuni di loro poveri di mezzi e di relazioni sociali, e che in assenza di un aiuto lascerebbero al proprio destino le sorti della loro stessa sussistenza, e in cambio ricevere disattenzione e omissioni.

Succede da sempre ai venti operatori della cooperativa sociale Panacea a.r.l. di Bari, che da circa due anni svolge per il Comune di Manduria il Servizio di Assistenza Domiciliare (SAD) nell’ambito territoriale numero 7.

E’ una doppia ingiustizia – spiega Tiziana Ronsisvalle, della FP CGIL – perché quei lavoratori che ora non prendono lo stipendio da due mesi nell’indifferenza degli organi istituzionali preposti anche al controllo sull’efficienza del servizio, continuano a recarsi nelle case dei loro assistiti solo perché hanno continuato a rimanere umani e a conservare dentro di loro il senso di rispetto e empatia con uomini e donne che meritano di essere considerati dal nostro stato sociale.

Quando non si paga lo stipendio a questi lavoratori si commette un doppio abuso – dice ancora la referente della CGIL – perché si lascia passare il messaggio che quel settore può anche vivere di precarietà, di stenti, di condizioni sempre al limite della dignità, condannando di fatto a questi requisti chi lavora e chi è assistito.

Per tale ragione la Funzione Pubblica alla fine dello scorso mese di aprile scrisse ai vertici della Cooperativa sociale, all’Ufficio del Piano Ambito Territoriale 7 e per conoscenza ai servizi ispettivi dell’ispettorato territoriale del lavoro. La richiesta di chiarimenti è stata reiterata anche ieri.

Chiedevamo in quella missiva, così come in quelle successive, che la stazione appaltante del Comune di Manduria, ente capofila di quell’ambito – commenta la Ronsisvalle – l’applicazione delle procedure di intervento sostitutivo di cui all’articolo 30, comma 6 del decreto legislativo 50 del 2016. Insomma una sorta di prelievo alla fonte delle spettanze destinate ai lavoratori.

In assenza di evidenti segnali di correzione di tali condotte che perdurano da due anni, metteremo in atto tutte le azioni di protesta possibili – conclude Tiziana Ronsisvalle – per difendere i diritti di quei lavoratori, ma anche quelli di tutti gli assistiti di Manduria.

Published in Cronaca sindacale

I Falchi della Squadra Mobile della Questura di Taranto hanno denunciato in stato di libertà un giovane 25enne del posto per il reato di furto aggravato presso una falegnameria del capoluogo.

In particolare, il titolare dell’attività ha riferito ai Falchi di un furto avvenuto durante la notte all’interno dei locali constatando l’ammanco di un compressore, di vari avvitatori e di altri utensili.

Da un primo sopralluogo, gli agenti hanno rilevato che una finestra del retrobottega era stata forzata con la rottura del vetro.
La visione delle immagini del sistema di videosorveglianza ha consentito di accertare che un giovane con barba incolta, con una felpa di colore nero e un cappello con visiera di colore scuro si è introdotto furtivamente all’interno della falegnameria perpetrando il furto. Le telecamere hanno ripreso puntualmente quando accaduto: una iniziale ricognizione degli ambienti, l'appropriazione del denaro contenuto nella cassa e il prelievo di alcuni arnesi.

I Falchi sono così riusciti a rintracciare il 25enne tarantino presso la sua abitazione per una perquisizione domiciliare che ha dato esito positivo: nella camera da letto sono stati rinvenuti un berretto di colore nero e una giacca di colore nero identici a quelli utilizzati dal ladro ripreso dalle telecamere della falegnameria.
Condotto presso gli uffici della Questura, dopo le formalità di rito è stato denunciato in stato di libertà mentre gli indumenti sono stati posti sotto sequestro.

Published in Cronaca

Vivere la propria comunità come un luogo aperto, vitale, responsabile. E’ sotto questi auspici che nasce la giornata di sport, cultura e sostenibilità che a Statte, il prossimo 2 giugno, celebrerà la XVI edizione della Giornata nazionale dello sport che ogni anni il CONI organizza in centinaia di città italiane.

Lo sport è un veicolo di grande sensibilità sociale – dice il sindaco Franco Andrioli – per tale ragione da alcuni anni Statte utilizza in modo positivo quella vitalità per esportare in tutti i luoghi i grandi messaggi di sostenibilità ambientale, riuso e partecipazione civica che sono da sempre il baluardo di questa amministrazione.

Il 2 giugno a partire dalle 9.00 tutto l’abitato di Statte sarà dunque in grande fermento.

Lo sport ti obbliga quasi a una contaminazione buona, alla partecipazione attiva, alla conoscenza e al dialogo con quelli della tua squadra o con quelli della squadra antagonista – spiega Daniele Andrisani, consigliere delegato allo sport del Comune di Statte – e così attraverso lo sport facciamo coscienza civica e veicoliamo messaggi che hanno a che vedere con il rispetto delle regole, la cura del corpo e del proprio benessere, ma anche ad esempio il riutilizzo di materiali che altrimenti finirebbero per affollare le nostre discariche.

Si comincia alle 9 con il raduno dei partecipanti la giornata in Biopiazza. Il corteo di associazioni sportive partecipanti poi si dirigerà verso la Chiesa Madre dove il parroco don Ciro Savino impartirà la benedizione.

Alle 10.30 mentre la Biopiazza si animerà con la Festa del baratto a cura della Monteco (sarà possibile scambiare oggetti usati e riceverne in cambio altri), inizieranno le mini gare podistiche, a cura del marathon Club di Statte e i percorsi in mountain bike realizzati con l’apporto dei Black Lions.

Nel pomeriggio a partire dalle 17.00 sarà la volta delle società New Gim Oriens, della blasonata società di calcio a 5 femminile Real Statte, della Polisportiva 7213, dell’Asd Eraclea e dell’Eden Boys.

A loro sempre nell’area della Biopiazza saranno affidati mini tornei ed esibizioni.

Chiediamo alla nostra comunità di partecipare perché da sempre lo sport non è solo allegria e spensieratezza ma anche un ottimo agente di coesione sociale – dice ancora il Sindaco Andrioli – e di inclusione, integrazione ma anche di opportunità di contatto diretto con i nostri concittadini la politica e l’amministrazione ha sempre più bisogno.

Durante la giornata dello sport sarà premiato l’impegno delle associazioni sportive del territorio e saranno consegnati i riconoscimenti al concorso di disegno “Lo sport da solo buoni frutti”, dedicato agli alunni delle scuole elementari di Statte.

Published in Sport

Sabato mattina, a Martina Franca, all’interno della Villa Comunale, si è tenuta la cerimonia di consegna di una “panchina rossa” quale simbolo della violenza sulle donne.

All’iniziativa anche gli uomini e le donne del Commissariato di Martina Franca in rappresentanza della Polizia di Stato da sempre impegnata nel contrasto a questo triste fenomeno.

“Ho voluto la presenza delle donne della Polizia di Stato – ha dichiarato il Questore Giuseppe Bellassai – proprio per dare un tangibile segno della nostra presenza nel contrasto al fenomeno e per far sentire la vicinanza a tutte le donne che iniziano un percorso di uscita dal circolo della violenza. Che si combatte sì con la repressione ma, prima ancora, con l'educazione e la diffusione della cultura del rispetto dell'altro”.

Published in Cronaca

Sabato la premiazione – A De Stefano il Premio alla Cultura

Taranto - È giunto alla seconda edizione il Premio nazionale di poesia e narrativa “Raffaele Carrieri” organizzato dal Centro socio-culturale “La Masseria” di Talsano-Taranto.
L’appuntamento per la giornata della premiazione è sabato 1. Giugno, a partire dalle ore 10, al salone di rappresentanza della Provincia (Palazzo del Governo).
Il Premio - ideato dal presidente de “La Masseria”, prof. Giosuè Illume e dal socio Giovanni Paradiso, presidente della giuria – quest’anno è letteralmente “esploso” perché, per le varie sezioni, ha ricevuto un totale di 440 composizioni da tutt’Italia: oltre che dalla Puglia, Basilicata e Calabria, i partecipanti provengono da Roma, Reggio Emilia, Milano, Genova, Ancona, Padova, Torino, Venezia, Varese, Lucca, Firenze e altre province. E anche la partecipazione delle scuole, al di là della Puglia, va da Venezia a Isernia, da Firenze a Civitavecchia.
Questa seconda edizione vede una novità: l’istituzione di un “Premio alla Cultura” che, in questo primo anno, è stato assegnato al prof. Paolo De Stefano, indomito alfiere del sapere.
Un Premio nazionale di poesia e narrativa suddiviso in cinque sezioni: poesia e narrativa adulti; poesia e narrativa studenti; poesia in dialetto.
La giuria del Premio “Carrieri” era composta da Paolo De Stefano, Giovanni Paradiso, Gennaro Esposito, Lucio Pierri, Stefania Danese, Michele Cristella, Carmela Apollonia e Pasquale Abete.
Il programma è il seguente: saluto del presidente del Centro socio-culturale, prof. Giosuè Illume; intervento di Antonio Biella, già direttore del Corriere del Giorno,sulla figura del prof. Paolo De Stefano; assegnazione del Premio alla Cultura al prof. De Stefano; saluto delle autorità; intermezzo musicale; intervento del giornalista Arturo Guastella sulla figura di Raffaele Carrieri; intervento del presidente della giuria, Giovanni Paradiso e premiazione dei vincitori; secondo momento musicale e conclusioni.

Published in Cultura

È tema di questi giorni la nota del 21 maggio scorso, indirizzata dal sindaco di Taranto Rinaldo Melucci, alla Direzione generale per le autorizzazioni ambientali del Ministero dell’ambiente, attraverso la quale il Comune di Taranto ha formalmente richiesto il riesame rispetto al piano ambientale di cui al Dpcm del 29.09.2017 per lo stabilimento ArcelorMittal di Taranto. A fondamento della richiesta, c’è la Vds (Valutazione Danno Sanitario) su dati relativi a dicembre 2018 e trasmessi il 12 febbraio scorso da Arpa Puglia, Ares Puglia e Asl ed il completamento dello studio Sentieri da parte dell’Istituto superiore della sanità.

Il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, in occasione dell’audizione in Commissione ambiente alla Camera, ha di riflesso annunciato con un proprio decreto (n.188 del 27/05/2019), l’accoglimento delle motivazioni, disponendo il riesame ai sensi dell’art. 29 quarter comma 7, del D. lgs. dell’Aia, di cui al Dpcm del 29.09.2019. La Uilm Taranto condivide tutto ciò che è stato annunciato, poiché molto di questo appartiene alle richieste della piattaforma dello stesso sindacato, presentata, discussa ed approvata nelle assemblee dai lavoratori: dalle ragioni relative alla valutazione del danno sanitario all’emanazione, auspichiamo, di una legge speciale per Taranto che contenga al suo interno anche una sanità migliore e soprattutto accessibile a tutti e provvedimenti speciali sul tema amianto.

Sulla scorta di quanto si sta determinando e soprattutto quanto via via andrà a determinarsi, resta fondamentale vigilare con estrema attenzione su tutto, poiché è sicuramente utile introdurre ulteriori provvedimenti e norme di legge solo se tesi a migliorare materialmente quanto fatto sinora ed abbreviare l’avviato processo di risanamento ambientale interno ed esterno alla fabbrica. Qualsiasi provvedimento legislativo che il Governo riterrà utile adottare, oltre che teso a migliorare le tutele a salvaguardia della salute, dell’ambiente e dell’occupazione, dovrà fare tutto ciò che di meglio si possa fare in termini di tutela della vita e deve essere fatto nella consapevolezza che a questo punto è necessario, per la Uilm, il massimo sforzo da parte di tutti i soggetti responsabili affinché l’iter delle autorizzazioni, dell’emanazione e recepimento delle nuove norme, non produca un pericolosissimo stallo del già faticoso e complesso percorso di ambientalizzazione già avviato a valle dell’accordo del 6 settembre 2018. Non è neppure lontanamente immaginabile una possibile battuta d’arresto del processo di bonifica, perché ciò farebbe inevitabilmente precipitare ancor di più nell’incertezza di quanto finora fatto a salvaguardia della tutela della salute, salvaguardia per l’ambiente e dell’occupazione. La Uilm seguirà con estrema attenzione l’iter avviato di revisione dell’Aia, nel delicatissimo momento per Taranto e per lo stabilimento, nella pretesa che è giunto il momento di acquisire certezze e non più sperimentazioni.

La parola d’ordine è 'fare presto e bene'

Published in Cronaca sindacale

ROMA - L'emanazione del provvedimento di riesame dell'AIA sull'Ex Ilva, ovvero l'autorizzazione dell'impatto ambientale, è la dimostrazione che questo Governo, nella fattispecie il Ministro dell'Ambiente Sergio Costa, sta lavorando alacremente per diminuire al massimo i rischi per la salute dei tarantini. L’apertura dell’Aia darebbe la possibilità di inserire nel processo di valutazione la prevenzione del danno sanitario. Quest’ultima misura sarebbe importante per rafforzare il presidio sull’impatto che la fabbrica ha sulla salute dei cittadini. Sull'area di Taranto e sull'Ex Ilva c'è tanto da fare, lo sapevamo fin dal primo momento. Per noi la salute dei cittadini deve venire sempre al primo posto e l'emanazione di questo provvedimento rappresenta l'ennesimo step necessario per tutelare il territorio e i suoi abitanti. 

Published in Politica

“Accolgo con grande gioia quanto annunciato poco fa dal Ministro Costa nel corso di una audizione alla Camera, in merito alla predisposizione del riesame dell’AIA (Autorizzazione Integrata Ambientale) per l’ex-Ilva di Taranto. Si tratta di una notizia molto importante per il nostro territorio.”  Così il deputato Gianpaolo Cassese a margine della riunione parlamentare.
 “E’ la dimostrazione di come un passo alla volta, giorno dopo giorno, stiamo ripristinando la legalità e il rispetto dei principi costituzionali per troppo tempo messi da parte da chi ci ha preceduto, ai danni del territorio ionico e dei suoi cittadini” aggiunge Cassese.
“Era da tempo che lavoravamo per l'ottenimento di questo importante riesame, ma non si poteva avviare la procedura fino a che non fossero emersi degli elementi nuovi. Ora l’ARPA e l’ASL di Taranto hanno identificato un rischio non accettabile per la popolazione. Come ha appena dichiarato il Ministro Costa in Commissione, non vogliamo che su questa questione ci siano ombre o ambiguità, ed è per questo che riapriamo l’AIA, così da valutare finalmente il rischio per la salute della popolazione” aggiunge il deputato.
“Siamo pienamente consapevoli che riconquistare la fiducia dei cittadini non è facile dopo i torti subiti, ma tutti noi - parlamentari, ministri, membri di governo e portavoce del M5S - ce la stiamo davvero mettendo tutta, con azioni concrete e in discontinuità con il passato.
Esprimo il mio più vivo apprezzamento per il lavoro che sta svolgendo il Ministro Costa per il Paese e in particolare per Taranto. Abbiamo finalmente chi nel Governo si occupa con serietà e competenza di una materia così vitale come è l’ambiente” conclude. 

Published in Politica

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: d.ssa Valentina D'Amuri & FVproductions

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk